29 luglio 2019 – Un 73enne di Melito è stato denunciato ieri sera per maltrattamenti sugli animali dai Carabinieri della tenenza locale intervenuti dopo le segnalazioni dei cittadini tra Via Carlo Alberto dalla Chiesa e Corso Europa: l’uomo ha massacrato un cane a bastonate tra lo sdegno dei passanti.

Il cane in questione lo conoscevano tutti: accudito e sfamato dai commercianti della zona, si chiamava Pocho. Il povero cane è stato trasportato presso l’Asl veterinaria di Marano dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico oltre a lesioni al bacino e alla colonna vertebrale. Le sue condizioni sono gravissime e, secondo quanto è trapelato, è arrivato in stato di coma presso la strutturasanitaria.

L’uomo, filmato dai passanti mentre trascinava in giro il corpo martoriato del piccolo, ha rischiato il linciaggio della folla prima di lasciare il cane esanime in una pozza di sangue e rifugiarsi in casa propria. Il video è stato diffuso dal quotidiano Internapoli.

L’uomo è stato poi raggiunto dai Carabinieri e si sarebbe giustificato affermando di essere stato aggredito dal cane in questione e di essersi difeso, ma per lui è scattata immediatamente la denuncia per maltrattamenti sugli animali al di là delle dichiarazioni.

L’Assessore Carmen Grazioso ha dichiarato in proposito: “Appena appresa la notizia mi sono recata dai Carabinieri, che ringrazio per il tempestivo intervento, ogni minuto è stato vitale per Pocho, e ho chiamato l’Asl, per accertarmi sulle condizioni del cane, sono indignata per l’accaduto, si tratta di un caso isolato, tuttavia si continuerà a sensibilizzare quella parte di popolazione poco incline al rispetto degli animali”.

Le condizioni attuali del cane sono le seguenti: il cane è vivo ed è ricoverato presso l’Asl di Marano. Al momento ha un trauma cranico ed una micro frattura al bacino.

Su Facebook parte l’appello“Chiediamo una mobilitazione di massa poiché cerchiamo adozione per questo nostro amico che ha avuto la disgrazia di incontrare quest’uomo che non ha esitato un solo istante a prendere a bastonate il nostro amico a 4 zampe. Il cane adesso ha bisogno di amore e di riacquistare la fiducia nell’essere umano. Per adozione chiamate al 339 5741484, Cristina Cipollaro. Intanto ha trovato già affido ed andrà sotto tutela dell’associazione Animalisti Italiani fino all’adozione

Fonte: Vesuvio Live