(ANSA) – COSOLETO (REGGIO CALABRIA), 22 DIC – Utilizzavano strumenti acustici elettromagnetici vietati per richiamare le loro prede. Due cacciatori R.C. di anni 44 e F.G. di 59, entrambi residenti in provincia di Vicenza, sono stati denunciati per bracconaggio, a Cosoleto, nel reggino, dal Corpo forestale dello Stato. Una pattuglia, in servizio con l’ausilio di alcuni volontari, uditi gli spari, è intervenuta sorprendendo i due cacciatori con i richiami. Sequestrati due fucili con relativo munizionamento.