Una battuta di caccia finita in tragedia quella di oggi pomeriggio a Sant’Antonio Abate a Rocca Priora. Un uomo è stato ucciso dal suo amico mentre stavano dando la caccia ad un cinghiale. Il cacciatore G.E, di 71 anni, ha sparato verso un cespuglio, senza accorgersi che in mezzo al fogliame c’era il compagno, R.F, di 66 anni. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 nella zona boschiva all’interno del parco regionale dei Castelli Romani. Il cacciatore settantunenne dovrà rispondere di omicidio colposo e caccia illegale in zona protetta.

Fonte: Corriere Quotidiano