Ubriaco 70enne litiga in un bar di via Colombo a Piacenza e poi torna sul posto imbracciando fucile da caccia e cartucce. La scena, che ha scatenato allarme e panico negli avventori del locale, é accaduta nella serata di venerdì 4 febbraio, intorno alle 22.

L’anziano piacentino, palesemente in stato di ebbrezza, ha iniziato a molestare le persone presenti nel bar e poi si è “attaccato” a male parole con un gruppo di stranieri. Il 70enne si è poi allontanato, a bordo della propria auto. La lite pareva quindi conclusa quando, a sorpresa, l’uomo si è ripresentato davanti al bar, questa volta però imbracciando il suo fucile e munito di cartucce.

Evidentemente il cacciatore voleva dimostrare ai rivali di potersi difendere: non ha puntato l’arma contro qualcuno in particolare, ma la sola presenza del fucile, come comprensibile, è bastata a far partire la chiamata al 112. L’anziano nel frattempo si era nuovamente allontanato, ma i carabinieri l’hanno rintracciato nel giro di pochi minuti, fermo in sosta sulla propria vettura. A bordo è stato trovato il fucile e le cartucce.

Si è quindi provveduto a perquisire la sua abitazione, dove sono stati trovati altri due fucili; tutte le armi erano regolarmente detenuto, ma sono state sequestrate in considerazione del comportamento dell’anziano. Inoltre, il risultato dell’alcol test, superiore al limite consentito, ha confermato il suo stato di alterazione psicofisica.

 Fonte: Piacenza Sera