PAGANI. I pallini esplosi a distanza ravvicinata da un fucile da caccia hanno danneggiato irrimediabilmente la colonna vertebrale di un piccolo cane meticcio, paralizzandogli le zampe posteriori. L’animale è riuscito a trascinarsi fino a casa e i proprietari lo hanno immediatamente portato dal veterinario, che hanno riscontrato una grave emorragia interna e la presenza di piombini nella colonna vertebrale. Il rumore dello sparo gli ha anche danneggiato l’udito, segno che il colpo è stato sparato da distanza ravvicinata. Il cagnolino purtroppo non è operabile perché i pallini sono dappertutto e sarà quindi costretto a vivere così.

I proprietari hanno immediatamente sporto denuncia nella speranza di riuscire a risalire allo spietato autore di questo gesto così efferato. L’episodio è stato reso noto dalla Lega nazionale per la difesa del cane che esprime la massima solidarietà e offre il proprio sostegno alla famiglia paganese, sporgendo a sua volta una denuncia al fine di dare maggiore forza alle azioni investigative.

Fonte: La città di Salerno