Quella di Fontaniva è la seconda tragedia che ha colpito il Vento in meno di ventiquattro ore:  è sempre a causa delle difficoltà economiche che sabato sera un 50enne artigiano edile residente a Lugugnana di Portogruaro, si è tolto la vita con un colpo di fucile.

Secondo quanto emerso l’uomo, sposato e padre di un 20enne cuoco della zona, era rientrato nella sua abitazione dopo una sera al bar con gli amici, avrebbe chiamato la moglie, che non si trovava in casa, e mentre era al telefono pare sia partito il colpo mortale con un fucile da caccia. A dare l’allarme sarebbe stata proprio la consorte. Sul posto della tragedia sono intervenuti per i rilievi i carabinieri di San Michele al Tagliamento.

Secondo quanto appurato il 50enne negli ultimi tempi aveva accumulato alcuni debiti. Anche se, pare, che fosse una situazione da cui stava cercando di uscire. L’uomo aveva infatti trovato lavoro nell’azienda di un amico. Evidentemente non è bastato.

Fonte: il Giornale d’Italia