10 agosto – Sarebbe stato durante un banale e futile litigio che avrebbe accennato ai fucili da caccia custoditi all’interno della propria abitazione. Una frase lanciata là, forse per intimorire l’altro, ma che di fatto ha avuto come epilogo l’arrivo dei carabinieri.

I militari di Castelnuovo dei Sabbioni hanno proceduto per il reato di minaccia nei confronti di un pensionato italiano incensurato che “per futili motivi legati a banali liti di vicinato, durante un acceso alterco con un vicino di casa che abita al piano superiore rispetto alla sua abitazione, lo aveva minacciato facendo anche un velato riferimento all’utilizzo dei fucili da caccia che l’anziano deteneva regolarmente; i militari castelnuovesi, immediatamente giunti sul posto, hanno proceduto a ritirare cautelativamente le armi all’anziano ed a raccogliere la denuncia del suo vicino”.

Fonte: Arezzo notizie