Un cacciatore australiano è stato picchiato da un gruppo di animalisti dopo che le suefoto di caccia grossa in Africa sono state rese pubbliche. Nick Haridemos, imprenditore del settore tech di Canberra, in Australia, è stato affrontato da alcune persone ma soprattutto preso di mira online per via delle foto dei suoi safari di caccia, a partire da quella accanto a un babbuino morto, vestito con cappello e occhiali da sole. Secondo quanto rivela il Camberra Times, le foto sono state scattate durante i suoi numerosi viaggi in Africa tra il 2010 e la fine del 2016 e sono state pubblicate su un forum online dove i cacciatori commentano le loro battute di caccia, nonché su un account Photobucket pubblico sotto il nickname “nickha1″, comparendo il mese scorso anche su Twitter.

Le immagini mostrano l’uomo accanto a molti animali uccisi durante i safari di caccia, accompagnate dai suoi commenti. Una in particolare, dove è in posa al volante e sorridente, accanto a un babbuino morto con cappello e occhiali da sole al posto del passeggero, è accompagnata da una didascalia che ha sollevato non poche polemiche: “È divertente da morire”.

In un’altra è accanto al cadavere di un elefante mentre in una terza, scattata in Namibia, impugna una zanna d’avorio. “È davvero il posto più grande dove cacciare avorio in Africa, specie dopo che il Botswana ha chiuso”, scrive a corredo. Tramite il suo legale, Haridemos ha fatto sapere che le foto sono sue e che sono state scattate durante battute di caccia perfettamente legali e ha negato di essere coinvolto nel traffico illegale di avorio

Fonte: NanoPress