I vicini fanno troppo rumore. Così prende il fucile da caccia e spara diversi colpi in aria. Poi li minaccia. Pesantemente. Un uomo di 48 anni, italiano, è stato denunciato dai carabinieri di Trestina per minaccia aggravata.

Spara col fucile da caccia e minaccia i vicini Verso le 21 di mercoledì 24 luglio, alla centrale operativa della compagnia di Città di Castello, ricostruiscono i militari sono giunte alcune segnalazioni relative all’esplosione di colpi d’arma da fuoco alla periferia sud della città. Sul posto si precipitati i militari di Trestina, del nucleo operativo e radiomobile e della stazione di Umbertide.
Sequestrati due fucili I carabinieri, in breve tempo, hanno accertato che a esplodere i colpi era stato il 48enne che aveva anche pesantemente minacciato alcuni vicini di casa, perché, a suo dire, stavano facendo troppo rumore. L’arma utilizzata, un fucile da caccia, è stata subito recuperata e sequestrata. Per precauzione, al 48enne è stato altresì ritirato anche un altro fucile, anch’esso regolarmente detenuto.

Denuncia d’ufficio I vicini minacciati non hanno ancora formalizzato una querela. “Tuttavia – scrivono i carabinieri  , considerata la gravità del fatto, la denuncia è scattata “d’ufficio” e dunque, come detto, l’uomo dovrà rispondere all’autorità giudiziaria di minaccia aggravata dall’uso di armi”.

 

Fonte: corriere dell’Umbria