Tragico epilogo di una lite tra moglie e marito. Un trentaduenne ha sparato in faccia al figlio di due anni facendogli saltare metà volto. È accaduto a Blackman Township, nello Stato USA del Michigan.

La coppia era seduta in macchina, parcheggiata davanti alla loro abitazione, e stava discutendo animatamente quando, all’improvviso, l’uomo ha estratto una pistola e ha premuto il grilletto contro il volto del piccolo. Il colpo non sarebbe andato a segno a causa di un malfunzionamento dell’arma. A quel punto, l’uomo è sceso dalla macchina ed è entrato in casa per prendere un fucile da caccia. 

Sono momenti di angoscia e di concitazione: la madre cerca di nascondere il figlio nella parte posteriore del veicolo e prima che riesca a mettere in moto, l’offender riappare sulla scena. L’uomo ha un fucile tra le mani e lo utilizza per sparare al minore. Da quanto si apprende dalla stampa locale, il colpo avrebbe fatto saltare “metà della faccia” del piccolo. Il bambino è sopravvissuto all’aggressione, ma versa in condizioni disperate. L’autore dell’esecrabile e folle gesto è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e possesso irregolare di armi da fuoco.

Fonte: Info Oggi