23 agosto 2019 –  Una lite che poteva finire in tragedia. Un civitanovese di 65 anni, a seguito di alcuni dissidi avuti con un vicino di casa, ha perso la pazienza e lo ha minacciato con un fucile da caccia. I Carabinieri di Civitanova sono intervenuti ed hanno proceduto al sequestro di due fucili, 228 cartucce calibro 12 e 50 calibro 8. Il 65enne è stato denunciato, a seguito di querela della vittima, anche per minacce aggravate.

E’ il secondo caso nel mese di agosto in cui si è reso necessario il sequestro di armi per scongiurare il pericolo di un uso delittuoso. Il precedente episodio riguarda il sequestro di due pistole e di 90 cartucce a seguito di una denuncia per maltrattamenti in famiglia, percosse e minacce.

Fonte: youtvrs