Tragico epilogo di una battuta di caccia al cinghiale a Miazzina nel Verbano. Un cacciatore è morto questo pomeriggio per un colpo di fucile sparato per sbaglio dal suo compagno di battuta che ha sentito muovere le frasche e ha pensato fosse una preda. Angelo Francioli, fabbro di 55 anni, è morto sul colpo per la palla da cinghiale sparata da un altro verbanese di 30 anni, che ha dato subito l’allarme. Sul posto sono giunti i soccorsi ma non c’è stato nulla da fare.

Fonte: il Quotidiano Piemontese