Personale della Polizia di Stato appartenente alla Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, ha proceduto all’arresto di G. S., di anni 56, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, alterazione di documento di riconoscimento (carta d’identità), detenzione illegale di munizionamento da guerra e detenzione abusiva di arma comune da sparo.

In seguito ad una specifica ed articolata attività info-investigativa, i poliziotti cavesi hanno proceduto alla verifica delle armi regolarmente dichiarate e detenute dall’uomo, accertando che lo stesso deteneva all’interno della cassaforte per i fucili una cartuccia cal.9 mm parabellum, costituente munizionamento da guerra del tipo in uso alle forze di polizia. Lo stesso deteneva, inoltre, oltre al fucile regolarmente denunciato, un fucile da caccia matricolato, ma non dichiarato a suo nome.

Gli agenti hanno così proceduto alla perquisizione domiciliare e, nel corso dell’ attività, all’interno del portafoglio di G. S. è stata trovata la sua carta d’identità don la fotografia originale sostituita con altra fotografia. Inoltre, all’interno del soffitto di casa, occultata in un mobile, è stata trovata sostanza stupefacente del tipo Cannabis Indica, per il peso complessivo di 500 grammi, suddivisa in dosi per la vendita. Il 56enne è stato dichiarato in stato di arresto ed è stato accompagnato presso l’abitazione in stato di arresti domiciliari, a disposizione del Pubblico Ministero di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore, in attesa del rito direttissimo.

Fonte: Torresette