Sergio Berlato insiste: “le mie posizioni sono compatibili in Forza Italia”. E questo può esser vero, nel senso che la lista elettorale FI è un minestrone di individui dalle posizioni più disparate, uniti solo nell’ideale di salvarsi la poltrona. Siamo convinti che le esternazioni “animaliste” recenti di Silvio Berlusconi siano solo una boutade elettorale, per attirare un po’ di voti. Silvio probabilmente non sa neppure cosa significhi essere Animalista. Invece ci meraviglia (ma visto il suo silenzio mica tanto) chi, come l’on. Brambilla, ha espresso finora posizioni ben diverse, ed ora accetta di condividere la lista con chi ha fatto della difesa dei privilegi dei cacciatori il proprio mestiere.

Tanto opportunismo, tanta leggerezza nel trattare un argomento serio, anzi drammatico, come la difesa della vita di milioni di esseri viventi, non è accettabile.

Nessuna scusante è valida: la caccia è un’attività deleteria da tutti i punti di vista, chi la pratica è un sadico paranoico killer seriale. Le aperture pro Animali di questa gente sono solo una presa in giro per gli elettori. L’unica cosa che si può dire è: VERGOGNA!

Le azioni dei nostri militanti contro questa banda di politicanti ipocriti continuano, nella notte tra l’8 e il 9 aprile, la sede forza Italia in via Santo Stefano, 43 a Bologna è stata completamente tappezzata con altre locandine, sempre diverse nella “creatività” dalle precedenti affisse in Lombardia e Veneto, ma con lo stesso messaggio! Nessuna tregua a chi candida cacciatori e tenta di prendere in giro gli animali e gli animalisti seri e coerenti!

La Locandina

loca

Il blitz

sede Bologna FI (1) sede Bologna FI (2) sede Bologna FI (3) sede Bologna FI (4)