La Sezione territoriale dei cacciatori di Levico Terme (Trento), aderente all’ Ass. Cacciatori Trentini (quelli che spingono per la distruzione di Lupi e Orsi) organizza domenica 5 agosto il memoriale dedicato a G. Peruzzi (un cacciatore), in località Vezzena presso la malga Sassi. Bar, grigliate, e una gara di tiro con carabina ad aria compressa.

E’ una delle tante iniziative per rilanciare e propagandare la caccia, attività nociva e vandalica sempre più odiata dalla stragrande maggioranza dei cittadini. I cacciatori sono solo dei sadici che si divertono a uccidere Animai che non possono difendersi, distruggendo l’ambiente e mettendo a rischio l’incolumità di chiunque voglia muoversi in campagna e in montagna durante la stagione venatoria.

E anche oltre, dato che i bracconieri (cacciatori come gli altri) ammazzano tutto l’anno. La caccia non ha giustificazioni, se non i guadagni che porta a determinate lobbyes e i voti che procura a politicanti corrotti, in cambio della difesa dei privilegi dei cacciatori. La caccia deve essere abolita: non esiste una caccia “sostenibile”.

Nella notte tra il 24 e 25 luglio, Militanti di Centopercentoanimalisti hanno posizionato manifesti ironici di buon auspicio contro la caccia, in  zona Vezzena (levico Terme- Trento), in particolare tappezzata  la malga Biscotto che ha inglobato  malga sassi. I turisti sappiano chi sono gli amici dei cacciatori.