Si conferma sempre più la collocazione dei cosiddetti “Fratelli d’Italia” ( Mameli si rivolta nella tomba) tra i sostenitori della caccia. E non è una novità, visto che nella squallida lista c’è Berlato, l’ex europarlamentare trombato, cacciatore e padrino dei cacciatori.

Il candidato delle prossime Regionali per la zona di Padova, Gianfranco Vezzaro, sabato prossimo sarà presente insieme ai suoi (pochi) sostenitori in una manifestazione pubblica a Montegrotto Terme (Padova), la festa tricolore, organizzata dal suo partito. Vezzaro è un accanito cacciatore, e fa parte della Confavi, l’associazione venatoria del Berlato (tutto in famiglia). Possiamo pensare cosa succederebbe nel Veneto se entrassero nell’amministrazione della regione individui dediti al “passatempo” di uccidere, per sadico divertimento, Animali indifesi! Ricordiamo che i cittadini del Veneto pagano milioni di multa all’Europa per la caccia in deroga, e le altre intemperanze e illegalità decise dall’amministrazione Zaia. Pagano tutti, compresa la maggioranza che è contraria alla caccia e odia i cacciatori.

Possibile che una minoranza di vandali (l’83% dei veneti vorrebbe l’abolizione della caccia) possa spadroneggiare distruggendo la natura, l’ambiente, rendendo impossibile agli altri cittadini di usufruire di campagne, boschi e colline, rendendo pericoloso il passeggiare o l’eseguire i lavori agricoli? Sì, perché i cacciatori, esigua minoranza di pervertiti, gode di appoggi, privilegi e immunità, ed ha alle spalle un grosso giro di affari: l’industria delle armi, degli accessori per torturare e uccidere Animali, dell’abbigliamento etc.

Noi rifiutiamo che una minima percentuale di esagitati tenga in ostaggio l’intera popolazione! Per questo invitiamo a boicottare le liste che appoggiano questi figuri, e men che meno i partiti di tirapiedi straccioni, come il partitello di Berlato e Vezzaro.

Nella notte tra il13 e il 14 maggio, militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno affisso manifesti contro la caccia e uno striscione diretto al candidato Padovano sulle pareti di legno della casetta di benvenuto del parco Mostar a Montegrotto Terme (Padova).

Parco mostar (1) Parco mostar (2)