blitz notturno alla “festa” dei cacciatori di Portogruaro (VE)

La sezione di Portogruaro (Venezia) della Federazione Italiana della Caccia ha organizzato per domenica 14 giugno la “6 Festa del cacciatore” presso il tiro a volo Black di Fossalta di Portogruaro.

Nella notte tra sabato 13 e domenica 14 giugno, militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno attaccato in loco manifesti di Liberazione Animale, quelli ironici contro i cacciatori “3metri sotto terra” e uno striscione in tema (per un problema tecnico, a disposizione solo una foto del blitz).

Cosa molto appropriata, perché si tratta di una “festa” della morte. I cacciatori (e i pescatori) sono solo degli assassini, dei maniaci che godono ad uccidere. E, a differenza di altri aguzzini di Animali, se ne vantano pure! Il loro modo di “amare la Natura”, è distruggerla. Sono pericolosi per tutti, inquinano, invadono le proprietà. Nessuno è sicuro in periodo di caccia. E i bracconieri sono loro stessi, quando cacciano fuori delle (poche) regole.

Non c’è proprio niente da festeggiare. La caccia non è sport, è solo barbarie e crudeltà. La maggioranza degli italiani è contraria alla caccia, e vorrebbe fosse abolita. Ma questa sadica attività permane, causa i giri di interessi economici che ci stanno dietro, e l’appoggio di politicanti che scambiano voti con la difesa dei privilegi dei cacciatori.

Oltre a tutto questo, consideriamo il gran numero di omicidi e ferimenti volontari commessi da cacciatori con le armi detenute “legalmente”. CENTOPERCENTOANIMALISTI di conseguenza ritiene che caccia e cacciatori vadano avversati, ostacolati, disprezzati, e si oppone a tutti gli eventi (come questa “festa” della morte) che cercano di abbellirne l’immagine.

 

cacciatori

Leggi Anche

dopo il nostro blitz, sparita la gabbia per i Cinghiali a Venegono (Varese)

A Venegono, nel Parco Pineta (di cui abbiamo già parlato) continua strisciante l’assassinio dei Cinghiali, …