Ha ammazzato un gatto a bastonate, nel cortile di casa sua. Purtroppo per lui c’era qualcuno che ha visto, e ha ripreso la scena e il povero Gatto morto, con coraggio è intervenuto, sia pure non in tempo per salvarlo.

Il killer è un anziano, che si è anche meravigliato di venir redarguito per aver fatto una cosa per lui normale, e chissà quante volte ripetuta nel corso degli anni. E’ accaduto a Montebelluna. Ma il gesto brutale ha avuto un testimone, e ora il responsabile verrà perseguito secondo la Legge. Anche se questo non ridarà la vita a una creatura innocente. Solo l’età avanzata salva questo vigliacco da conseguenze più pesanti.

Purtroppo il ragazzo che ha filmato il tutto non è riuscito a far intervenire i carabinieri in tempo utile, dato che non avevano pattuglie disponibili, ma la beffa è arrivata poco dopo, quando il killer insieme alla moglie ha preso l’auto e si è allontanato per fare sparire il corpo del micione.

A tempo di record i nostri militanti hanno scoperto nome, cognome e indirizzo di casa del bastardo. Nella notte tra il 24 e il 25 luglio militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno affisso un manifesto di liberazione animale e uno striscione sul cancello di casa di Emilio…

Domenica 27 luglio i nostri attivisti diranno quello che pensano di lui in faccia, è prevista infatti una protesta nel primo pomeriggio proprio davanti all’abitazione del killer di Montebelluna con o senza autorizzazione dell’autorità competente. Nulla resterà impunito! 

Montebelluna