blitz al negozio che vende “esche vive” che… chiude!

A Montagnana (Padova) il titolare di un negozio di articoli “sportivi” ha avuto un’infelice idea: ha attivato un distributore automatico di esche VIVE per la pesca: Vermi e  larve di Mosca.

La pesca  viene da molti considerata un passatempo “innocuo”, o  comunque meno  brutale della caccia. In realtà è forse anche peggiore: l’agonia del Pesce preso all’amo, tratto fuori dall’acqua è lunga e  terribile. E il numero di Pesci uccisi è  enorme e incontrollabile.

Alla barbarie della pesca si aggiunge  questa trovata del distributore automatico.  Nel quale Animali vivi vengono tenuti (in quali condizioni?) per lunghi tempi. Ci chiediamo se  il titolare è in regola con i dovuti permessi; se  qualcuno del Comune è andato a  controllare  la situazione; se la ASL locale  ha verificato le condizioni degli Animali messi in vendita.

Perché a nostro parere si configura chiaramente il reato di maltrattamento previsto dalla Legge per la tutela degli Animali: maltrattamento prolungato che va ad aggiungersi alla triste sorte di sofferenza e morte che li aspetta.

 

Ora sembra che il negozio stia per chiudere. Noi ci auguriamo che sia per  fallimento, ed è la sorte che  si meritano tutti coloro che vendono  arnesi per catturare, tenere prigionieri, torturare o uccidere Animali.

 

E vogliamo  pensare che proprio quest’ultima crudeltà contro Animali  dai più tenuti in nessun conto, come Vermi e Larve, abbia portato sfortuna a chi la ha ideata.
Nella notte tra il 29 e il 30 luglio militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI  hanno affisso un manifesto di liberazione animale e uno striscione sulle vetrate del negozio diretto al gestore dell’esercizio commerciale.

 

montagnana (1) montagnana (2) montagnana (3) montagnana (6) montagnana (7)

Leggi Anche

dopo il nostro blitz, sparita la gabbia per i Cinghiali a Venegono (Varese)

A Venegono, nel Parco Pineta (di cui abbiamo già parlato) continua strisciante l’assassinio dei Cinghiali, …