Un Cane non è un antifurto a basso costo. Un Cane è una creatura con una sua personalità, bisogni, affetti: deve essere trattato con amore e rispetto. A Villa Estense (Padova) , in via Rosa, il titolare di un’agenzia di pompe funebri detiene invece un Labrador nel peggiore dei modi: sempre solo, rinchiuso in un recinto, circondato da urina e feci, nutrito con pane raffermo e avanzi di cucina. Lo usa appunto come antifurto: ma non gli dedica mai una carezza, una passeggiata, un’ora di gioco.

E’ una forma ignobile di sfruttamento e maltrattamento di un Animale. In questi casi, riteniamo sia inutile cercare di far ragionare un umano che si mostra così gretto e insensibile. E’ più utile denunciarlo all’opinione pubblica, mettere in piazza il suo comportamento vergognoso. Negli ultimi giorni il proprietario, per non far vedere la vergogna, ha pure oscurato il recinto con un telo verde!

Militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI, nella notte tra il 6 e 7 aprile, hanno affisso sulla recinzione della casa/bottega uno striscione che evidenzia la situazione; se il titolare non cambierà radicalmente atteggiamento, seguiranno azioni più incisive, ad iniziare da un presidio di protesta, quel povero Cane non deve più soffrire! 

Il Blitz

becchino Villa Estense (1) becchino Villa Estense (2)

Lo stato vergognoso del povero cane

Labrador (1) Labrador (2)

Il recinto oscurato successivamente con il telo verde 

Labrador

Il filmato