Domenica 27 settembre al Palaverde di Villorba (TV) la squadra di Trento Aquila Basket giocherà contro la De Longhi Treviso nella prima partita del Campionato di Serie A di Basket.

Noi siamo soliti dire “lo sport non cancella l’odore”, e cogliamo occasioni come questa per denunciare abusi contro gli Animali. Anche questa volta, puntiamo il dito contro la Regione Trentino – S.T., contro la Provincia di Trento, contro il presidente Fugatti. L’orso M49 è stato catturato (così dicono) per la terza volta: una vera persecuzione contro un Animale che non ha fatto male a nessuno. Evidentemente Fugatti si è fatto un punto d’onore di eliminarlo: noi abbiamo un altro concetto dell’onore.

Lupi, Marmotte, Cervi, praticamente tutti gli Animali liberi sono uccisi e dove non arrivano i cacciatori “legali”, ci pensano i cosiddetti bracconieri (come con le Aquile), che in realtà son cacciatori come tutti gli altri, per noi quindi,  non ci sono differenza tra bracconieri e assassini legalizzati.  Nel Trentino – S.T. la lobby dei cacciatori e quella degli speculatori dettano legge, distruggendo per le loro sporche attività quel che resta dell’ambiente e gli Animali che ci vivono.

Invitiamo ancora una volta a boicottare in tutti i modi l’intera regione assassina, iniziando dai prodotti, dalle mele ai vini.

Militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI, nella notte tra il 14 e 15 settembre, hanno tappezzato i muri e le vetrate del Palaverde con manifesti  (alcuni “filosofici”) diretti alla provincia Trentina. Non sono escluse azioni a “sorpresa” per domenica 27 settembre in zona Palaverde. Questa azione e altre ancora, seguiranno nei prossimi mesi in ogni parte del Nord Italia.