Sabato scorso a San Donà di Piave, presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, è stata inaugurata la mostra dedicata a Moira Orfei. Quadri e foto, titolo: LA REGINA.

In effetti Moira è stata per decenni l’icona dei circensi e del circo: del peggior circo, quello che sfrutta senza riguardi gli Animali, che li sevizia per obbligarli a stupidi “esercizi” per divertire un pubblico ancor più stupido. Per troppo tempo Moira ha rappresentato tutto questo con il suo grottesco faccione di cerone e la sua parrucca nera. Comparendo spesso anche in televisione o sui rotocalchi compiacenti.

Noi abbiamo sempre contestato il circo con Animali e i particolare Moira, che dichiarava apertamente che gli Animali si addestrano a suon di botte. Ricordiamo che, unici nella storia dell’animalismo mondiale, nostri militanti sono entrati due volte nel tendone durante lo spettacolo, interrompendolo. La prima volta a Padova, la seconda  a Vicenza, dove cinque militanti sono stati aggrediti da oltre cinquanta facchini e manovali del circo, non sono scappati e non si sono lamentati delle ovvie conseguenze.

All’inaugurazione della mostra era presente il sindaco di S. Donà e alcuni assessori. Ci chiediamo se non abbiano nessuno o niente di migliore da celebrare. CENTOPERCENTOANIMALISTI ha ricordato Moira Orfei e tutti i circensi che l’unico museo della “regina” è quello “nascosto”. Nella notte tra i 16 e 17 gennaio, Militanti del Movimento CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno affisso sulle vetrate del “museo” e del Municipio di San Donà di Piave manifesti con i poveri Animali tuttora prigionieri nelle galere circensi.

Il manifesto

L’azione