Nel Parco Pineta di Appiano Gentile – Tradate è, ovviamente, vietata la caccia. O meglio lo era, perché la Regione ha dato in deroga, col pretesto della caccia selettiva, la possibilità di uccidere i Cinghiali.

Nel Parco sono già comparse altane e gabbie trappola: cinque gabbie, di cui quattro sono già sparite. ll Parco è molto frequentato da famiglie, con bambini, gente che passeggia o vuole passare una giornata all’aperto. Tutte persone che saranno esposte al pericolo di venir colpite dai proiettili degli assassini con licenza. Inoltre nel Parco vivono Daini, Cervi e tanti piccoli Animali, tutti possibili vittime dei cacciatori.

La caccia in deroga è un regalo fatto dai politicanti locali alla lobby dei cacciatori, in cambio di voti. Alla faccia dei diritti dei cittadini. Per far capire ai responsabili che hanno permesso questa vergogna, Militanti del Movimento Centopercentoanimalisti, nella notte tra il 28 e 29 ottobre, hanno tappezzato nuovamente l’ingresso della sede del parco Pineta in via Manzoni, 11 a Castelnuovo Bozzente (Como), con manifesti di liberazione Animale ed ironici diretti ai cacciatori. Non staremo a guardare.