Accade di frequente che gli organizzatori delle sagre di caccia o pesca destinino una parte dell’incasso ad associazioni “benefiche”. E’ un modo per dimostrare che sono buoni, un salvarsi la coscienza e salvare la faccia, fare propaganda, eludere il fisco. Il massimo dell’ipocrisia viene raggiunto quando gli stessi che ammazzano Animali per divertimento, destinano il benefit a strutture o associazioni che si occupano di altri Animali.

E il caso di Merlara (Padova), dove l’ADP Nordest (pescatori dilettanti) organizza due giornate dedicate alla pesca: con mangiate di pesce fritto, pranzi e cene a base di pesce, gare di pesca, dimostrazioni di pesca etc., e destina parte dell’incasso alla Lega Europea per la difesa del Cane. I quali evidentemente difendono solo i Cani, tutti gli altri Animali possono crepare.

Perché anche i Pesci, per chi non lo sa, sono Animali.

E la morte che fanno quando vengono pescati è tra le più atroci, lenta e dolorosa. Per noi CENTOPERCENTOANIMALISTI tutti gli Animali sono uguali: esseri che vivono, provano sensazioni e sentimenti, soffrono. Vegogna agli assassini di Animali che pensano di rifarsi un’immagine versando quattro soldi a una associazione pseudoanimalista. Vergogna a chi si propone come difensore dei Cani, e accetta soldi da chi ammazza gli Animali per divertimento. I nostri militanti domenica 1 giugno sono impegnati a protestare contro il palio di Ferrara, ma non sono escluse visite a sorpresa alla “festa” di questi infami.

Da notare anche la “gara” canina divisa in due: una per cani di razza e l’altra per i cani meticci…

locandina programma