Un uomo di 61 anni, titolare di una ditta di meccanica, si è tolto la vita oggi nella sua abitazione in provincia di Firenze, sparandosi con un fucile da caccia che deteneva regolarmente. Secondo una valutazione, alla base del gesto ci sarebbero ingenti debiti contratti nell’ambito della sua attività imprenditoriale.

Sull’episodio sono in corso accertamenti dei carabinieri. In base a quanto emerso, l’uomo, sposato con figli, non ha lasciato biglietti per spiegare il gesto. Nell’ultimo periodo, secondo quanto riferito dai familiari, si lamentava spesso per la sua situazione finanziaria, in particolare per i debiti.

Fonte: Ansa