3 ottobre 2019 – Un presunto tentativo di boicottaggio del circo da parte degli animalisti. E’ quanto sarebbe accaduto nella notte di ieri ai cartelloni che pubblicizzano lo spettacolo circense “Madagascar” a cura di Maya Orfei, previsto in via Del Chionso da stasera fino al 20 ottobre. Su alcuni manifesti infatti è comparsa la scritta “annullato”, applicata con un adesivo. Diversi passanti l’hanno notato. E qualcuno ha pensato semplicemente che fosse stato rinviato lo show per qualche problema tecnico o addirittura, usando più l’immaginazione, di un forfait del trapezista. Ma il mistero si è infittito quando gli “strilloni” addetti al circo distribuivano biglietti sconto e omaggio ai semafori delle strade, confermando l’evento. Così come ribadivano gli organizzatori al numero telefonico subissati dalle chiamate di persone che chiedevano informazioni o garanzie di rimborso per chi avesse già acquistato il ticket. Infine, dopo qualche ora, la scritta sui cartelloni è scomparsa, tolta proprio dagli stessi operatori del circo.

“Pensiamo siano stati le associazioni animaliste per boicottarci – spiega Mario Cincinnati, tra i responsabili amministrativi del Circo Maya Orfei – Non è la prima volta che ci capita, in passato c’era già stato qualche episodio analogo. Anche se in Emilia-Romagna  è una situazione inedita. Presenteremo denuncia contro ignoti alla Questura perché per noi in qualche modo è un danno e ci tuteliamo a livello legale. Chi l’ha visto, magari non si è premurato di informarsi e così ha rinunciato ad assistere allo spettacolo. Anzi, approfitto per dire che faremo tutte le date previste da qui al 20 ottobre. Nessuna cancellazione o annullamento. Devo dire che la città sta rispondendo bene perché abbiamo già avuto parecchie richieste e diverse prenotazioni”.

Cincinnati poi tiene a evidenziare come vengono tenuti gli animali nel circo: ” Non abbiamo mai avuto denuncia alcuna per maltrattamenti, ma neppure per qualsiasi altro tipo di reato o problema. Abbiamo tutte le attestazioni veterinarie e proprio stamattina (ieri, nrd) è arrivata la visita dell’ Ausl e dell’Enpa che ci hanno dato l’ok. Hanno certificato che i nostri animali godono di buono stato di salute, così come lo ha accertato pure il corpo forestale civico. Abbiamo fatto finora 25 tappe in tutta la regione e non è mai sorto neppure un cavillo errato da parte nostra”.

Infine rivendica: “Siamo tutte persone, io in primis, che amiamo gli animali. Li trattiamo ugualmente ai nostri artisti. E dirò di più: i nostri animali sono molto più controllati rispetto a quelli negli allevamenti per esempio. Noi abbiamo controlli da parte delle autorità veterinarie competenti ogni sette o quindici giorni. Se ci fosse stato qualcosa di anomalo, avrebbero proceduto a sanzioni e verbali. Se non l’hanno fatto vuol dire che è tutto a posto. Quindi, come si dice nel nostro ambiente, show must go on…..”.

Da due giorni sono tantissimi gli automobilisti che rallentano in via Del Chionso per ammirare animali come gli elefanti o le zebre, messi al lato della strada in appositi recinti o box. Uno scenario inconsueto e affascinante. E, una volta sparsa la voce, immancabilmente i bambini si sono fatti accompagnare dai genitori per meravigliarsi davanti ad animali che spesso hanno visto al massimo nei cartoni animati. Ma gli animalisti non la pensano affatto così. E lo avrebbero fatto capire chiaro e tondo.

Fonte Il Resto del Carlino