Il suo cane abbai a troppo. Gli spara col fucile a pompa. Allarme nella notte a Montebelluna. I colpi segnalati dai vicini. Immediato l’intervento dei militari. A raccontare l’accaduto il proprietario del cane maltrattamenti animali

Incredibile episodio questa notte nel montebellunese dove i carabinieri sono intervenuti a seguito dell’esplosione di alcuni colpi di arma da fuoco avvertiti da vari vicini che hanno dato l’allarme.

Quando i militari sono arrivati sul posto, in piena allerta, si sono subito recati nei pressi dell’abitazione segnalata dai vicini trovando sul posto il proprietario , italiano classe 1962, ancora armato. L’uomo, fermato sul posto dai militari, a quel punto ha raccontato quanto era accaduto lasciando stupefatti gli stessi militari.
Aveva appena utilizzato il suo fucile a pompa legalmente detenuto, esplodendo due colpi per uccidere, per futili motivi, il cane di sua proprietà, un meticcio femmina di media taglia.
I carabinieri, trovato il corpo ormai senza vita dell’animale, lo hanno immediatamente hanno denunciato per “uccisione di animali” e sequestrato penalmente le armi da questo detenute con regolare licenza.
A Montebelluna due settimane fa un anziano aveva ucciso a bastonate un gatto finendo nel mirino prima degli animalisti poi della Procura che lo ha indagato

Fonte: la Tribuna di Treviso