ABANO TERME – 5 dicembre 2014 – Una colonia felina che stazionava da circa tre mesi sul colle di San Daniele, a ridosso del cancello d’ingresso del monastero delle monache benedettine è stata distrutta nei giorni scorsi da ignoti. Dei gatti si occupavano quasi quotidianamente alcuni volontari che con l’arrivo del freddo avevano posizionato piccoli ricoveri di legno e qualche coperta. Le persone che si occupavano di dar da mangiare ai gatti ritengono si tratti di una cattiveria, di un dispetto senza senso.«Hanno perfino tagliato la catena che teneva legata una delle casette di legno a un albero», commenta una signora che col marito parte da Cervarese quasi ogni giorno per portare cibo agli animali. «Hanno fatto sparire tutto, anche le ciotole che avevamo messo per il mangiare.

Eppure quella era un’isola felice per quei poveri animali randagi che non davano fastidio a nessuno. Anche perché sul colle non ci sono abitazioni. Il fabbricato più vicino è quello del convento delle monache benedettine. Io e mio marito, ma anche altre persone che si occupavano di quella colonia felina, pulivamo spesso l’area in modo che non rimanesse sporco per terra. Sapendo che il colle è frequentato dai turisti che vanno a visitare il monastero e da numerosi appassionati di jogging. Sono convinta che si tratti di un atto vandalico, di una grande cattiveria. Abbiamo provveduto di segnalare il deplorevole fatto all’Enpa». La donna è convinta che per eliminare i ricoveri dei mici da quel posto siano dovuti intervenire con un furgoncino. Un piano, dunque, preparato per spazzar via definitivamente quell’isola felice per una ventina di gatti che tutti i giorni trovavano del cibo e le carezze dei volontari.(g.b.)

Fonte: il Mattino di Padova