Padova invasa dai piccioni. Arriva la «torre colombaia». Un fabbricato «attira volatili» in zona Portello, dentro cui ci sarà mangime con contraccettivi per evitare la riproduzione

PADOVA –  18 maggio 2015 –  All’ombra del Santo, in base ad una recente rilevazione, si stima che ci sia un piccione ogni tre abitanti. Ovvero seicento colombi per chilometro quadrato. Un rapporto molto alto, decisamente troppo. Soprattutto in centro storico, in Ghetto e nelle Piazze. Ecco perché Palazzo Moroni, attraverso l’assessore comunale Matteo Cavatton, ha deciso di correre ai ripari, con l’obiettivo di prevenire eventuali complicazioni igienico-sanitarie per i cittadini: «Spendendo circa 40mila euro, costruiremo una torre colombaia in zona Portello, in un’area compresa tra via Belzoni e via Loredan. Si tratta di un fabbricato, alto più o meno come una fontana, che ha il pregio di attirare un gran numero di piccioni – spiega l’assessore di Fi – Quindi, al suo interno, verrà quotidianamente inserito del mangime medicato, cioè arricchito con dei contraccettivi che, nel medio-lungo termine, renderanno sterili i colombi». Così facendo, in municipio, sperano di contenere la riproduzione dei volatili.

Fonte: il Corriere del Veneto