All’anziano sono stati ritirati cautelativamente anche un altro fucile da caccia e le cartucce in suo possesso
FERRANDINA, 7 luglio 2016 – Poteva finire in tragedia. I Carabinieri della Stazione di Ferrandina, nella serata di lunedì, hanno denunciato un 87enne del luogo per minaccia aggravata. All’anziano non era andata giù che il confinante realizzasse dei lavori di recinzione alla proprietà ed impedendo la prosecuzione dei lavori ha cominciato a minacciarlo. La vittima, 47enne, rendendosi conto dello stato di alterazione dell’attempato vicino, ha pensato bene di richiedere telefonicamente l’intervento dei militari.
Nel frattempo, l’anziano, rientrato in casa, per far valere le proprie ragioni, si è armato di una doppietta legalmente detenuta e nel raggiungere l’uscita, inavvertitamente, forse a causa di un urto accidentale, ha fatto partire un colpo all’interno della propria abitazione andando a colpire un armadio ed una porta finestra. Resosi conto di quanto accaduto e dell’arrivo dei Carabinieri, l’uomo cercava di occultare l’arma che però veniva immediatamente rinvenuta e, dopo essere stata scaricata e messa in sicurezza, sequestrata. Dopo gli accertamenti di rito all’anziano sono stati ritirati cautelativamente anche un altro fucile da caccia e le cartucce in suo possesso.
Fonte: Sassiland