Noto cacciatore stroncato da aneurisma Oggi i funerali nella chiesa di Succiso

25 ottobre 2015 – VILLA MINOZZO. E’ in lutto la comunità di Succiso, piccola ma unita, dove ci si conosce tutti, per l’improvvisa scomparsa di Franco Mocchi, deceduto venerdì scorso a Parma all’età di soli 47 anni. Mocchi era ricoverato all’Ospedale Maggiore da pochi giorni a seguito di un violento aneurisma cerebrale che lo ha colpito all’improvviso.

Un decesso che ha colto tutti di sorpresa, ed ha davvero colpito al cuore una comunità in cui ogni persona è importante. Mocchi aveva lavorato fino a qualche anno fa a Castelnovo, per la nota azienda Ferramenta Franzini, mentre negli ultimi anni aveva lavorato per un frantoio di Vetto, ma aveva comunque scelto di rimanere a vivere a Succiso, per il forte legame che lo legava al territorio.

Il malore che lo ha colpito è avvenuto giovedì pomeriggio, mentre stava rientrando a casa dopo una uscita a caccia, che era una sua grande passione.

I funerali si svolgeranno oggi, domenica, alle ore 11 nella chiesa parrocchiale del paese. Mocchi lascia un figlio, Luca di quasi 16 anni oltre ad altri parenti e alla sua comunità di Succiso dove Mocchi era molto stimato ed apprezzato (l.t.)

Fonte: La Gazzetta di Reggio

ì