28 aprile 2019 –  Un grave incidente di caccia è avvenuto nel pomeriggio di ieri – sabato 27 aprile – nella frazione di Santa Francesca nel territorio del comune di Veroli in provincia di Latina. Qui un ragazzo è rimasto ferito a una gamba da un colpo esploso dal fucile del padre. Secondo quanto ricostruito finora il giovane di vent’anni è stato raggiunto al polpaccio dal proiettile esploso dall’arma da caccia del genitore inavvertitamente: il fucile inavvertitamente è caduto da un muretto e il colpo è esploso. L’uomo, cacciatore esperto, era appena rientrato da una battuta e l’incidente è avvenuto all’esterno dell’abitazione di famiglia.

Il 20enne è stato trasportato all’ospedale di Sora dove è stato medicato: nonostante abbia perso molto sangue per la ferita al polpaccio, le sue condizioni non sono gravi e non destano preoccupazione. Fortunatamente la traiettoria del proiettile era bassa e orizzontale e non ha colpito il ragazzo in zone vitali. Sul posto sono giunti i carabinieri della Stazione di Veroli e della Compagnia di Alatri che hanno ascoltato padre e figlio. Il cacciatore ora rischia una denuncia per omessa custodia di arma da fuoco.

Fonte: Fan Page