Per capire e raggiungere ciò che vuoi comincia a scartare ciò che non vuoi.“ (Mark Twain)

Sabato 10, domenica 11 e lunedì 12 febbraio 2018, Centopercentoanimalisti organizza tre giorni di assedio contro la fiera della caccia di Vicenza. I presidi sono stati autorizzati dall’autorità competente. Quest’anno, al contrario degli anni passati, non permetteremo a tutti di partecipare. Di recente al presidio contro il palio dei Cavalli di Feltre, una vecchia pazza zitellona isterica ci ha fatto fare una figura di merda con le forze dell’ordine, quindi, visto il precedente, non possiamo permetterci ulteriori figuracce con i tutori dell’ordine. I nostri “nemici” non sono Poliziotti o Carabinieri, sono e rimangono gli aguzzini.

Ricordiamo che Centopercentoanimalisti è l’unico Movimento che dal 2007 contesta la fiera della caccia di Vicenza, guadagnando di anno in anno con la determinazione, lo spazio che gli è sempre stato riservato per manifestare. Lo ripetiamo, non permetteremo a nessuno di mancarci di rispetto. A buon intenditore pochissime parole.

A noi di Centopercentoanimalisti non è mai interessata la quantità, ma solo la qualità e il coraggio dei Militanti. All’interno di un tendone circense i nostri Militanti ci sono entrati due volte in cinque, non in cento, affrontando gli aguzzini, senza Polizia alle spalle, senza scappare come fulmini lasciando nella merda i compagni. Dopo di noi, il vuoto. In tutta la sua storia Centopercentoanimalisti non ha mai conosciuto la parola “vittimismo”, da noi non si piange!

Queste le nostre rigorose regole.

ASTENERSI

 

  1. pupazzari, moralisti e pacifisti
  2. persone isteriche e frustrate che si devono sfogare per la vita di merda che conducono, (palio di Feltre 2017 docet)
  3. morti di figa e viceversa, che usano le manifestazioni Animaliste per trovare l’anima gemella
  4. mangiacadaveri, sembra ovvio, ma così ovvio non è, meglio ricordarlo

VIETATO

 

  1. scattare foto o farsi selfie
  2. esporre cartelli ridicoli
  3. indossare costumi di peluche, maschere o abiti carnevaleschi
  4. portare Animali al seguito, i cori dei Militanti e il megafono sono stressanti per i nostri amici pelosi
  5. incatenamenti e cagate simili
  6. portare fischietti o altri strumenti da sagra paesana
  7. ostentare simboli politici
  8. esporre lumini 

ESIGIAMO

 

  1. Animalisti incazzati, basta ed avanza
  2. indossare abiti di color nero e ovviamente non di ostentazione anche se finti (pellicce per esempio)
  3. avvisare tramite mail della propria presenza, nessuno si potrà presentare al presidio senza aver mandato la suddetta richiesta, pena l’espulsione immediata. L’indirizzo mail lo trovate in questo sito nella pagina “contatti”